Archivi categoria: Internet

I Candidati e il Web: Primarie Parlamentari Pistoia 30 Dicembre 2012.

Il 30 Dicembre si torna a versare l’obolo e a scegliere i candidati al Parlamento in vista delle elezioni Politiche di fine Febbraio 2013.
Nella Provincia di Pistoia i candidati sono 5, 3 uomini e 2 donne.
Mi sono “divertito” a studiare come si sono mossi sul web.

In Ordine alfabetico la prima candidata è Caterina Bini.
Caterina Bini classe ’75 è consigliere Regionale.
Ha un sito web con Piattaforma WordPress. Le consiglio di aggiornarlo alla versione 3.5 visto che è ferma alla 3.4.2
Il Tema utilizzato è Aperio carino ma gli articoli adesso risultano illeggibili nella parte iniziale.

Il sito è abbastanza aggiornato ma la sezione agenda è vuota e in “campagna elettorale le sarebbe stato utile”.
Nel footer del suo sito si possono trovare i link ai suoi account facebook, twitter e YouTube.
Su Facebook e Twitter la candidata è molto attiva e risponde alle domande quando le vengono poste.
Il Canale YouTube è deserto. Anche se da un misterioso account denominato slavatrice è cominciato a girare un video di promozione della sua candidatura.
Slavatrice ha solo caricato 2 video, questo e uno su una recita teatrale su West side Story.

Il video della candidatura è abbastanza inguardabile sia nella parte del collage che nella registrazione della Bini seduta su una sedietta scrausa con un audio pessimo.
Oggi non c’è bisogno di mezzi eccelsi per fare un video decente e sarebbe stato il caso di puntare a qualcosa di guardabile.

Su Facebook comunque la candidata si muove molto bene con Profilo e Pagina-Politico.
In vista delle Primarie sono uscite le cartoline che contengono in pillole il suo pensiero politico su alcuni temi.
Le cartoline sono di un rosa shocking abbastanza inguardabile con delle foto in cui la povera Bini sembra molto spaventata.

Per non parlare della pseudo immagine di copertina che sta girando tra i suoi sostenitori, la candidata Giovane, Tenace e Vera dovrebbe evitare l’accostamento maglioncino-colore di capello e usare qualche font più accattivante.
Niente di irrecuperabile comunque.
Invia newsletter tramite meenews sempre utilizzando wordpress.
Nella newsletter c’è il link per cancellarsi dalla lista e per la visualizzazione come pagina web. Entrambe cose rare quando si parla di politica locale.

Passiamo al 2° in ordine alfabetico : Beatrice Chelli.
La Chelli classe ’57 è consigliere comunale a Montecatini e avvocato e spero che non mi denuncerà per questo post.
Si è iscritta a Facebook il 24 Dicembre (5 giorni fa) e ha cominciato a riempire la propria bacheca con foto di lei che fa gli auguri di buon natale (con 3 foto diverse), lei che incontra Tara Gandhi, lei che cita la Costituzione che tra le righe suggerirebbe di votarla, lei che cambia il tuo futuro e che ti incontra all’Hotel Croce di Malta.

Peggio di così difficilmente era possibile fare. Il “politico” che spunta su Facebook in campagna elettorale sta proprio male.
Anche perchè l’idea che l’utente si fa e che come uno appare, uno scompare.

Non ci sono altri riferimenti su Beatrice Chelli a parte un articolo su un periodico del Rotary che ci informa che è/è stata presidente del Rotary di Montecatini Terme.

Il 3° candidato è Edoardo Fanucci, classe’83, il più giovane.
Vicesindaco di Montecatini, vista la sua giovane età da lui ci si aspettano faville.
Il giovane in realtà si è riavvicinato a Facebook solo grazie alle Primarie tra Renzi e Bersani. Prima la sua bacheca appariva un pò fredda e distaccata. Pochi post e soprattutto botta e risposta assente, con domande lasciate nel vuoto.

In questi giorni la musica è diversa, con risposte corredate addirittura con il numero di cellulare e grande disponibilità ad incontri e dialoghi.
Incontri sul territorio molto numerosi purtroppo pubblicizzati con un’agenda un pò povera di informazioni basilari (tipo i luoghi di molte manifestazioni).

Si salva per l’immagine sul suo “volantino”.
Il ragazzo ha molta strada da fare per il resto.

Arriviamo al 4° candidato Paolo Magnanensi classe ’53, il meno giovane.
Il Buon Paolo ha un profilo Facebook datato che magicamente ha ripreso vita in questi giorni di Primarie.
Il peggio però arriva quando scopriamo il suo profilo Twitter ed il suo blog appena nati proprio in questi giorni.
Il timore è che le migliaia di migliaia di bit occupate in questi giorni diventino l’ennesimo spazio web abbandonato.

Se qualche mese fa era già abbastanza oneroso gestire una pagina Facebook non sarà ancor peggio il triplice impegno?
E’ possibile evitare di salutare tutti i follower su Twitter con un commento personalizzato?
Grazie.

Dulcis in fundo arriva il 5° in rigoroso ordine alfabetico: Lido Scarpetti.
La sua carriera politica che lo ha visto prima ricoprire il ruolo di Senatore e poi quello di Deputato gli è valsa anche una pagina su Wikipedia.
Purtroppo però di quello che dice lui sul web non c’è traccia, nessun social network nè uno straccio di blog.
Peccato perchè avrebbe potuto spiegare ai suoi elettori per esempio i motivi per cui alcune volte ha votato contro il suo partito.

SOICAL-BOOKMARKING-MISTAKES

La speranza è che tutti e 5 i candidati si accorgano dell’importanza del web il prima possibile e adottino misure per rendere più trasparente possibile la Rappresentanza Politica nelle Istituzioni.
Per adesso c’è molto da migliorare…

Exploit su WordPress come sistemarlo e come evitarlo in futuro

WordPress è un CMS utilissimo, con migliaia di temi e di plugin grazie ai quali possiamo fare di tutto. Essendo però così diffuso viene però preso spesso di mira da dei cattivoni che tendono a sfruttare le vulnerabilità di quest’ultimo.

Wordpress Sicuro

Ho passato un paio di mesi in continua lotta con costoro e sono giunto alla difesa del mio server-fortino grazie ad un pò di aiuti:

1) Il mitico staff di Sucuri. Scan gratuito per tutti per i propri siti web con qualunque software installato, inoltre possibilità di tenere monitorato 24 ore su 24 il proprio sito con correzione automatica di interventi malevoli. Consigliatissimo.

Da poco hanno sviluppato un plugin utilissimo per chi come me combatte contro i continui tentativi di accesso dalla pagina login. Blocca automaticamente un certo IP dopo un elevato numero di tentativi elevati in un ristretto lasso di tempo.
Questo Sito Web, tutti i miei e quelli dei miei clienti sono protetti continuamente grazie a Sucuri.

2) Il pazientissimo staff di WebHostingPerTe molto comprensivo nonostante a causa di codici maligni il mio sito spesso utilizzasse uno sproposito di risorse. Si sono sempre dimostrati molto disponibili alle mie richieste. Lo consiglio a tutti visto che sono molto economici ed in passato su questioni simili ho avuto esperienze molto negative con altri hosting provider italiani.

3) TimThumb Vulnerability Scanner. Le versioni non aggiornate di TimThumb sono state la prima causa di problemi. Purtroppo non tutte erano nominate come timthumb.php e aggiornarle non era il massimo.
Questo plugin trova tutte le versioni di TimThumb nei tuoi temi (anche quelli inattivi naturalmente) e con un semplice click le aggiorna tutte all’ultima versione.

Gheddafi Morto! Anzi No. Gheddafi Arrestato! Anzi No. La notte della Liberazione

I ribelli sono a Tripoli, sono le 2.56 ora italiana della notte tra il 21 e il 22 Agosto un giorno che sarà ricordato a lungo dai libici. Sono quasi tutti in piazza a festeggiare.

La presa di Tripoli e le fughe di notizie si sono propagate soprattutto su Twitter dove Malik Al-Abdeh, giornalista siriano ha annunciato la morte del Colonnello Gheddafi proprio mentre altri organi di informazione passavano la notizia della resa della Guardia Repubblicana e della volontà di trattare con i ribelli del portavoce di Gheddafi.

Gheddafi sarebbe stato ucciso nei pressi del Rizos Hotel. Dopo un’ora arriva la smentita dello stesso Malik. Nel frattempo si sono arresi o sono stati catturati (tutt’ora non mi è chiara la cosa) i figli Saadi (terzogenito e ex “giocatore” di calcio italiano che ha fatto finta di militare nell’Udinese e nel Perugia) e Saif.

L’arresto di Saif è stato inizialmente confuso con l’arresto di Gheddafi padre. Dopo l’eco di varie testate giornalistiche internazionali è stata la Corte Internazionale di giustizia dell’Aja a smentire l’arresto di Gheddafi padre.
L’ultimo figlio ad arrendersi è stato Muhammad Gheddafi, primogenito (hanno fatto in ordine) qualche minuto fa.

Gheddafi padre e amico di Berlusconi comunque nella notte è riuscito a fare di tutto, dopo la presunta morte c’è stato un collegamento telefonico con la tv libica nel quale invitava tutti i cittadini a non piegarsi e a resistere. Una telefonata apparsa un pò anacronistica visto che si erano già arresi sia il suo portavoce che la Guardia Repubblicana.

Dopodichè sono circolate voci presunte su 2 aerei SudAfricani atterrati a Tripoli e su un aereo libico atterrato in Italia che avrebbero fatto fuggire il Rais. Voci che si sono perse nel nulla.

La dichiarazione di giornata del Presidente del Consiglio italiano è “Aquilani è un bel giocatore”.

Qualche foto per ricordare la notte di Tripoli, notte di festa a Bengasi e Misurata, notte ancora di guerriglia nella capitale.

Aggiornamento:
ORA ITALIANA 3.45
Malik Al-Abdeh annuncia l’arresto di Gheddafi Padre e si aspetta un comunicato dei ribelli in merito a questo.

ORA ITALIANA 4.25 L’annuncio di Malik non è ancora stato confermato. Ancora non c’è un annuncio ufficiale su Gheddafi Padre. Non si sa ancora se è stato catturato nè dove si trovi in questo momento.

Buonanotte Italia e Buongiorno Libia!